• 56029 Santa Croce sull'Arno (PI)

  • +39 347 484 2383

Tendenze taglio capelli 2020

1024 575 Anna Dotti

Tanti tagli da scegliere, per non essere impreparati alle nuove idee della stagione….

In un articolo precedente abbiamo già parlato in maniera generale delle tendenze del 2020, ma adesso andiamo più nello specifico per quello che riguarda i tagli.

Ci saranno tanti look che hai visto nelle vecchie proposte, e quindi tante conferme di stile, ma la parte più interessante, è che troverai anche tante novità pronte a rispondere a qualsiasi esigenza e gusto.

Dal corto al medio, dal bob al long bob fino ai tagli lunghi. Parleremo di movimenti ed anche a come mixare nel giusto modo lunghezze ed effetto piega.

La versatilità è quel filo conduttore che ci dà la possibilità di creare effetti piega all’infinito, e creare qualsiasi tipo di interpretazioni, in base allo stile di ognuna di noi.

Partiamo subito a visitare il mondo dei capelli lunghi.

La riga centrale con frangia piena rappresenta l’interpretazione più iconica di questo stile.

Capello pieno, tutto della stessa lunghezza, capello curato ed idratato. Una texture perfetta. Difficile mantenerlo? Con le giuste abitudini e alcune piccole attenzioni, ma costanti, puoi ottenere anche tu questo risultato tanto desiderato. Nel binario parallelo del lungo,  troveremo le stesse caratteristiche di qualità ma,  rappresentato con il gioco di onde. Più elegante e costruito per una donna più romantica ed estremamente femminile.

Un’altra versione del lungo, per chi ha bisogno di creare più morbidezza vicino al volto, è lo stile Beach Waves della Jessica Parker. Ormai da parecchie stagioni il movimento detta legge e non può mancare nel nostro total look.

Un alternativa al “tutto lungo uguale” è lo “scalato davanti”, la profondità della scalatura fa riferimento alla forma del viso. Questi tipi di ritocchi sono estremamente utili per eventuali difetti del viso o per valorizzare al meglio volti e lineamenti. Uno stile vero e proprio e qui facciamo riferimento al taglio capelli di Jennifer Aniston, che viene definito “Intramontabile”.

Il Bob è lo stile dominante, che abbiamo visto già nella scorsa stagione

La versione iconica è sempre quella del liscio con la riga laterale, tipo il look di Scarlett Johansson e altrettanto “stiloso” è il bob con riga centrale e frangia, ma una  sua declinazione è diventata già ospite d’onore, il Long Bob.

Lo possiamo trovare anche  particolarizzato da una leggera scalatura davanti, per alleggerire e togliere le linee verticali del viso, così da renderlo più delicato. Questo sempre tenendo conto della morfologia e dello stile della persona.

Un nuovo filone, che sta facendo capolino, ma che in realtà parla di anni ’90, e che ritroveremo nelle prossime stagioni è il Chin Lob: Si tratta di un taglio pari, più corto davanti e più lungo dietro, ideale, ad esempio, per dei volti lunghi o per forme tendenti al triangolo… una nuova versione lo rende così attuale e fresco.

Kaia Berger

Il filone conduttore dei tagli è quella di mantenere la massima pienezza per dare consistenza, volume e creare un effetto pieno della capigliatura. Ma restiamo flessibili, perché anche qui ci saranno tante novità per le prossime tendenze !!!

La frangia… il must è piena e folta. Ma certo, poi è tutta da personalizzare,  a seconda delle diverse esigenze, dei lineamenti e dello stile personale, che regalano un’interpretazione unica e specifica a chi la indossa. La frangia interpreta versioni anche più frastagliate, asimmetriche, e a tendina proprio per adattarsi a valorizzare il viso di chi la indossa.

Parliamo ora dei tagli corti; forte ancora la presenza del Pixie cut, con uno stile che và dal dinamico della Halle Berry,  fino ad arrivare ad uno stile più ricercato, che richiama gli anni passati di Anne Hathaway.

E dopo un taglio di grande arte si arriva ai movimenti piega; qui la differenza viene fuori dallo stile scelto, dall’interpretazione che si vuole dare all’immagine, ma soprattutto ci si può davvero sbizzarrire.

E’ da qualche stagione che il movimento ha preso sempre più importanza, e grazie a questo, tante possibilità di creare effetti diversi, e su qualsiasi lunghezza, Wavy  everywhere!!

Anche sui tagli medio corti è fondamentale il movimento, tanto che viene creata uno denominazione precisa Wob tradottowave + bob; si tratta di un caschetto medio ondulato con uno stile a onde più o meno corposo, più o meno disegnate, ma dove parla il movimento

Un effetto visto tantissimo nelle ultime passerelle è il Wet style anni ’90… si parla di effetto bagnato su tutti i capelli. Strutturati con cere o gel per capelli nella parte davanti, vengono pettinati di solito indietro o con riga laterale, e fissati per esaltare anche gli spazi creati dal pettine, ma a differenza di quello che veniva proposto negli anni passati, vengono lasciate le lunghezze cadere libere e in maniera scomposta. Questo stile viene proposto ad un viso con dei lineamenti ideali, ma anche a chi vuole creare uno stile più androgino

La punta di diamante è il riccio, un successo indiscusso che ha iniziato a fare capolino qualche stagione fa ed ora è arrivato alla portata di tutti. Viene proposto su tutte le lunghezze, lungo, medio, asimmetrico, corto anche cortissimo.

Anche qui vediamo volumi morbidi soft su tagli pieni, quel tipico effetto a piramide, un riccio estremamente libero con una leggera definizione di prodotto, fino ad arrivare alla massima espressione del volume e riccio definito.

Anche su tagli scalati via libera al riccio, lunghezze che toccano le spalle, frangia leggera, il tutto sviluppato con volumi naturali. E qui subito un immagine che risveglia i nostri ricordi, icona anni ’80, il film Flashdance.

Il riccio si declina anche su tagli corti, cortissimi, fino ad arrivare allo stile afro, apprezzato molto anche dai più giovani.

Ed ora tocca a voi….. Avete già trovato qualcosa che ha destato la vostra attenzione??

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.