Gli hair look iconici raccontati dal Festival di Sanremo

Perchè Sanremo è Sanremo

Siamo arrivati alla 71° edizione dello show italiano considerato top a livello internazionale e,  se pur in forma diversa,  anche quest’anno ascolteremo musica e parole di veterani e nuovi personaggi,  ma quello che ne farà ancora una volta da padrone sarà il look … abiti e capelli,  saranno il punto di riferimento per capire tendenze e novità del momento,  più che mai storico. 

Prima di  dilettarci in nuove proposte,  andiamo a dare una sbirciata ai  look intramontabili e indimenticabili che hanno accompagnato e raccontato la storia dell’immagine del nostro Paese.

Cominciamo dagli anni ’50 con Nilla Pizzi e il suo look estremamente “Bon Ton” dal taglio corto, arricchito da riccioli morbidi e vaporosi.  Must have del momento? Lacca spray.

Arrivano gli anni ’60 e grande protagonista era la cotonatura sapientemente bombata.

Icone del momento Mina con  un corto voluminoso  super cotonato,   e Iva Zanicchi.  Must dei Sixty il trucco con il cat-eye ed eyeliner nero.

Alla fine degli anni ’60, altra  icona  del periodo, il taglio bob con la frangia di Caterina Caselli, sdoganato in Italia direttamente da Londra, insieme alla minigonna Mary Quant.  In un periodo di grande benessere generale la donna diventa padrona del suo look e della propria bellezza.  Soprannominata il “ Casco d’oro” anche la sua canzone racconta la voglia di libertà e di emancipazione.

Siamo negli anni ’70 in piena lotta femminista,  ed ancora una volta Sanremo si dichiara interprete della  rappresentazione tendenza moda  di quel periodo.

Se da una parte troviamo Claudia Mori con un look dai capelli lunghi con un vistoso bouffant sulla sommità,  l’attualissimo taglio shag,

dall’altra troviamo una Anna Oxa provocatrice in style punk alla David Bowie, con capelli corti taglio mullet nero corvino,  trucco vistoso e completo maschile in stile androgino.  Iconica.

Siamo arrivati agli anni ’80, stravaganti ed esibizionisti, e troviamo la mitica Patty Pravo, meravigliosa in un look estremamente definito tipico del decennio degli eccessi e delle sperimentazioni, un abito di Gianni Versace agli esordi ed un trucco molto delicato effetto nude.

Per i più tradizionalisti, invece, abbiamo una Romina Power con capelli lunghissimi, onde  estremamente femminili con un fiore fresco tra i capelli, simbolo di estrema romanticità, che richiama un hippie style.

Ma sono anche gli anni delle chiome extra cotonate, i capelli phonati e laccatissimi, i tagli iper scalati e i caschetti con frangia ed anche quella dei tagli corti.  Per i trucchi di tutto un po’, dal rosso intenso al nude.

Anni ’90… dopo l’esuberanza del decennio passato, troviamo look più ricercati associati a trucco acconciatura, e look studiati con dettagli più raffinati.

In quegli anni troviamo la virtuosa Giorgia  con uno stile pixie cut ed un look acqua e sapone. 

Laura Pausini, con un’interpretazione di bob lungo,  frangia piena ed un effetto piega bombato, tipico di questi anni.  Il look presenta uno stile easy- chic,  rimasto alla storia per il testo non certo per il look.

In contrapposizione troviamo il look innovativo di Anna Oxa che presenta una  chioma bionda e castana a contrasto con lunghe ed esclusive  extension che diventeranno una vera e propria mania di fine decennio. Sempre innovativa!

Per chiudere questo decennio non può mancare il look stravagante di Annalisa Minetti con la sua ciocca animalier … diede vita agli stencil nei capelli e creò un tocco di brio nel contesto formale del momento.

Gli anni 2000 richiedono l’esigenza di ritrovare una bellezza più raffinata ed elegante,  apparentemente semplice e delicata; una  rappresentazione  di questo nuovo look “new Wave” è data da Elisa con i suoi capelli lunghi naturali ed un viso anch’esso naturale acqua e sapone. 

Un altro esempio di semplicità è quello delle sorelle Paola e Chiara con capelli scuri leggermente mossi per la prima e capelli lisci e sfumature sulle lunghezze per la seconda.

Arisa ci propone un altro esempio di look studiatissimo ed indimenticabile.

In opposizione troviamo stili guidati dalla diffusione di Internet, modelli estetici estremi e magrezze eccessive.

Chiudiamo questo tuffo nel passato parlando dello scorso decennio con  look sempre più personalizzati e studiati nella immagine e sulla rappresentazione di singolo individuo che si manifesta in look eleganti, particolari ed esuberanti.

Dalla Emma Marrone con l’innovativo Undercut,  una delle prime in Italia, ma già super trendy oltreoceano con Rihanna … rappresenterà uno spunto importante per quelle donne che amano capelli medio-corto e look audaci e darà il via ad effetti tattoo sulle sfumature,  per le più coraggiose. 

Le onde della Belen,  simbolo di femminilità e sensualità,  porteranno ad una sterzata importante, alla riscoperta di effetti piega più costruiti con strumenti a caldo come  piastre  e ferri fino a parlare di beach waves ed onde più spettinate.

Altra grande ondata di innovazione va riconosciuta negli effetti dei colori.

Bianca Balti per l’occasione presenta un effetto bicolor, radice scura e punte sfumate più chiare lanciando il super trendy Shatoush,  che aprirà la porta a brunette balayage,  effetti ricrescita,  twilighting, smokey hair e chi più ne ha più ne metta.

Per quanto riguarda i tagli, Anna Tatangelo presenterà  un taglio dal finish più glamour e l’era del bob rivisitato che porterà a quella dei long bob, lob e chin lob. 

Eloide porta alla ribalta il pixie cut dalle sfumature di rosa cipria, sempre più vedremo effetti colori pastello, sopracciglia importanti e trucco leggero Diventa la regina indiscussa di Instagram.

Bene,  Sanremo è alle porte e siamo pronti a vedere tutte le novità del momento,  chissà cosa ci riserverà quest’anno!!!

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *